buffet per due: kebab, medaglioni di burghul e melanzane al forno


Qual è il numero minimo di ospiti per organizzare un buffet? Due.
Il fine settimana può capitarmi di dover improvvisare, con poco margine di tempo per provvedere alla spesa, cene o spuntini per chi ha poco tempo tra uno spettacolo a teatro e una serata in discoteca con gli amici.

Queste che ti propongo, sono ricette che definisco quel che trovo cucino, un sistema adottato anche per consumare gli alimenti rimasti da precedenti utilizzi.
Avevo a disposizione:
burghul
pancetta
peperone
bocconcini di carne di maiale, agnello e pollo
melanzane
quinoa
yogurt naturale
uova
aglio, prezzemolo, cipolla, rosmarino, timo, alloro, limone
evo,  sempre molto poco nelle diverse preparazioni.

Ho utilizzato la carne per realizzare un kebab, infilando in due lunghi spiedini di legno i bocconcini (del maiale ne ho usata la metà) conditi con un battuto finissimo di rosmarino e cipolla, alternando la carne con le foglie di alloro. Ho cotto in tegame con poco olio a bassa temperatura per circa un’ora. Preparo la salsa per condire il kebab con yogurt, aglio, limone sale e pepe amalgamato in una piccola ciotola.
Quando gli spiedini di carne sono cotti, li passo in padella avvolti nelle fettine di pancetta per dare croccantezza e servo con la salsa a parte.

La quinoa e il burghul cotti come da indicazione nelle confezioni e lascio raffreddare.
Affetto la cipolla e metto nella padella con evo, a metà cottura aggiungo gli spicchi di peperone pulito dai semi e cucino per dieci minuti.
Separatamente cucino il maiale a fiamma alta per farlo dorare, tagliato a strisce e proseguo abbassando la fiamma, quando arriva a cottura verso due cucchiai di vino bianco, quando evapora, aggiungo la carne al peperone e cipolla, regolo di sale. Sistemo la quinoa nel piatto come fosse un tortino e intorno dispongo  il composto con la carne.

Preparo i mini medaglioni con il burghul mescolando con l’uovo, prezzemolo, timo, pangrattato, sale e pepe, scorza di buccia di limone, friggo in olio di semi ben caldo e accompagno con una salsa ben amalgamata di peperoncino, aglio, pomodoro fresco, sale pepe e qualche goccia di limone.

La melanzana divisa a metà nel senso della lunghezza con tagli centrali per favorire l’assorbimento del condimento con: evo, aglio, prezzemolo, pangrattato e passate in forno per trenta minuti a 180°, preparo una crema di cipolla cotta a fuoco lento con il vino bianco , quando si ammorbidisce è pronta per essere frullata.

crocchette burgul

Tutto si presta per essere interpretato.

firma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...