carote funghi e cipolla, semidolce all’aglio orsino


Quando preparo una pietanza di seconda portata, penso subito a quale verdura di contorno si abbini meglio.
Ci sono alcune indicazioni di cui tener conto a tavola per abbinare correttamente le preparazioni: se una pietanza è ricca di sapore, di spezie e  aromi è preferibile che il contorno sia più delicato;  per esempio il gulash si sposa con il riso basmati o con il purè di patate, un alimento fritto è bilanciato se servito con verdura al vapore o lessata.

Ti propongo un contorno che potrebbe essere anche un piatto unico, dal sapore che tende al dolce per la presenza di carote e cipolle, ma c’è il dragoncello che porta equilibrio insieme ai funghi e la noce moscata.

Il dragoncello è amaro, ha un aroma di anice e menta e ben si combina con le carni bianche, con pesci grassi come il salmone, con uova e insalate e con i funghi.
Molto usato nella cucina Francese (estragone), è originario della Russia, precisamente della Siberia.
Le erbe, ad eccezione dell’origano, devono essere fresche, quando vengono essiccate il sapore si altera e assumono un sapore amaro.

Completa questo manicaretto con una buona manciata di sale all’aglio orsino che scatena e sottolinea il sapore dei funghi.

L’aglio orsino èun’ erba spontanea dall’odore pungente di aglio,  il bulbo è la parte più utilizzata, le foglie sono indicate per condire e insaporire insalate.

Questo accompagnamento  gradisce la presenza di salsicce alla birra, ricetta  che troverai nel prossimo post.

occorrente:
funghi prataioli
carote
cipolla bianca
evo
noce moscata
foglie di dragoncello
ciuffi di prezzemolo
brodo vegetale
sale all’aglio orsino della Falksalt

  • pulisci i funghi asportando la terra con un pennello, taglia la parte finale del gambo e lasciali interi
  • pulisci e pela le carote dividendole a cilindri, se riesci  puoi tornirle, saranno armoniche nella presentazione
  • trita 1/2 cipolla e nel tegame la fai ammorbidire a fuoco basso in 2 cucchiai di olio,  – qui apro una nota: quando indico evo o olio, intendo sempre olio extravergine di oliva, diversamente specifico il tipo di olio quando diventa trasparente aggiungi una buona manciata di dragoncello, se hai quello confezionato secco ne servono 2 cucchiaini; cuoci ancora due minuti
  • disponi i funghi e le carote nel tegame, qualche pizzico di noce moscata fresca grattata sul momento e una manciata di prezzemolo trito, unisci un mestolo di brodo vegetale   – puoi fare come me che preparo il brodo vegetale e poi lo surgelo a cubetti, quando mi occorre ho le dosi già pronte, in questa ricetta ho usato due cubetti  –
  • metti il coperchio e prosegui la cottura senza mescolare  a fiamma bassa, ci impiegherà 20/ 30 minuti, dipende dalla grandezza dei funghi
  • quando saranno cotti, prima di servire nei piatti, condisci con abbondanti scaglie di sale all’aglio e sentirai tutti i profumi degli ingredienti.

 

S0292086

 

firma

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...