salmone, quanto è lunga l’attesa …….


Da qualche mese sono infortunata e di recente costretta a indossare un tutore al polso sinistro con  la diagnosi di tendinopatia di De Quervain.
Come è successo?  Naturalmente facendo free climbing ……. no, volevo dire  durante un incontro di fioretto …… anzi no, al mare  mentre praticavo il  kitesurfing  😉

Sarebbe stata una di queste la risposta che avrei voluto dare quando mi sono trovata davanti all’ortopedico, avrei fatto un figurone alla  mia età! Invece è stato un banale incidente domestico, di quelli stupidi stupidi, gesti che ripeto continuamente e non sembrano affatto offensivi: strizzavo il panno asciuga piatti!!
E quanto mi costa questa bravata, oltre il dolore che impegna metà del mio cervello, anche un prossimo intervento chirurgico. Ho esaurito la pazienza e ancora non è certa la data per l’intervento, forse a settembre, l’attesa per me è lunghissima.

Muoversi tra i fornelli è diventato faticoso e quasi impossibile, ma c’è chi mi aiuta: il Tuttopensare mi soccorre e mi sostiene come al solito  e cerca di distrarmi dal dolore indirizzando il mio pensiero al prossimo viaggio: l’Argentina è vicina! Mancano solo due mesi, dice Lui; a me sembra così stancante quest’attesa e mi concentro per cucinare con meno fatica senza rinunciare a quello che mi piace.

Una ricetta semplice e veloce che non richiede lunghe attese.

 

cerchio di salmone allo yogurt con insalatina e patate

DSCF1846

occorrente per due commensali:
1 trancio di salmone fresco da 200 gr (va bene anche il salmone confezionato a fette spesse 3/4 millimetri)
olio extravergine di oliva
pepe bianco al mulinello
una manciata di insalatina pulita e asciutta
aceto di vino bianco
1 grande patata
1 lime
1 cucchiaino yogurt greco
fiocchi di sale affumicato Falksalt

  • affetto il salmone allo spessore di circa 4 millimetri e lo cuocio al vapore per pochi minuti (quello confezionato non richiede la cottura), lo lascio raffreddare in un piatto di porcellana leggermente unto con l’olio
  • pelo la patata, la taglio a cubetti e la cuocio in acqua bollente con poco sale per 5 minuti, scolo e lascio raffreddare, poi la condisco con poche gocce di olio e pepe
  • in una piccola ciotola mescolo lo yogurt con qualche goccia di lime e un poco della buccia grattata, aggiungo alla fine un pizzico di fiocchi di sale
  • in un contenitore condisco l’insalatina con pochissimo olio, quattro gocce di lime e quattro di aceto
  • nel piatto posiziono l’anello d’acciaio e lo riempio con i cubetti di patate, una manciata di insalatina condita e le fette di salmone disposte a “S”, con un cucchiaino verso lo yogurt condito sulla superfice del pesce, completo con fiocchi di sale affumicato

DSCF1847

 

 

 

 

firma

firma

  1. Prima di tutto ….mannaggia poi spiegami come hai fatto strizzando un panno a distruggerti in questo modo pari solo agli sport estremi elencati ;-).
    Grazie della ricetta. Domani ho invitato x un lunch leggero la mia ‘banchiera’ e mi sa tanto che…
    sheradispiaciutasssaje

    Mi piace

  2. La ricetta è di quelle che fanno dimenticare ogni avversità…
    Mi dispiace tanto per le tue traversie… questi infortuni in apparenza tanto banali in modo sono spesso faccende lunghe e faticose da superare. Chi ha detto che il corpo è una macchina perfetta???? In bocca al lupo per tutto!!!!

    Mi piace

    • Cara Viviana ti ringrazio per il tuo appoggio 🙂
      Forse questa “macchina” non la so guidare tanto bene e continuo ad aver incidenti 😀
      Ma la cucina, anche con una sola mano, riesco ancora a manovrarla 😀 😀
      besos, a preto
      Sally

      Mi piace

  3. Ciao Sally! Sono un po’ latitante in questo periodo, ma leggo sempre con piacere i blog amici, anche se non sempre riesco a fermarmi e lasciar traccia del mio passaggio.
    Mi spiace molto per il tuo infortunio… anche io riesco a farmi del male nei modi più insoliti ed inspiegabili! Aiuto!!!
    Ti mando un abbraccio e ti faccio tanti auguri per una pronta guarigione!
    Nel frattempo, mi mangio con gli occhi la tua creazione, nell’attesa di provarla personalmente! 🙂
    Un abbraccio,
    Ilenia

    Mi piace

  4. eccome ti capisco!!! ho subito due interventi banali alle mani, il canale carpiale e solo restare fasciata per 15 giorni mi impicciava da morire…cmq se ti puo’ consolare io ora c’ho una perenne tentinite al gomito e i polsi sono fragilissimi per via del lavoro che svolgo a casa e fuori di casa! il tuo é davvero un’incidente ” stupido” ma capita, non ti resta che prenderla con calma e continuare a fare sfizietti cosi’ invitanti.

    Grazie a te 🙂

    Mi piace

  5. Sally, tesoro, mi dispiace tanto, spero passi presto, io sono riuscita a farmi male mettendo a posto il divano, un dito steccato, non so come ho fatto, mi taglio spesso, infatti i nuovi coltelli, quelli di zirconia di ceramica, me li hanno tolti dalla circolazione, 😦 mi chiudo spesso le dita nei cassetti, si chiudono troppo velocemente, 😀 consolati quindi, il salmone lo preparo, mi piace tantissimo, ti mando un bacione grandissimo, tvb, lo sai vero!! In Argentina, troppo bello!!! ❤ ❤ ❤

    Mi piace

    • Laura 🙂 grazie, grazie e grazie di non farmi sentire sola nella sventura.
      Mi sento come una bimba senza il girello 😀 mi faccio male continuamente, pezzeto per pezzetto mi sto rompendo dapertutto 😀 😀
      Un grande abbraccio
      Sally

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...