bavarese, castagne e cioccolato. Maschio o femmina?


Le buone notizie mi distolgono da altri pensieri e mi rendono partecipe della felicità di chi le vive in prima persona.

A novembre, durante un pranzo mentre versavo il vino, Anto’ mi dice che il calice di Flò l’avrei dovuto riempire d’acqua. Erano emozionati e lo sarebbero stati ancora e ancora di più nel comunicare la bellissima notizia: la famiglia sarebbe cresciuta 🙂
Istinto, empatia o forse perchè sono una strega, prima di fare qualsiasi domanda ho esordito con: “è femmina!” 😀 😀 e ci ho visto bene 😀

Sofia nascerà a fine maggio nel pieno della primavera, con tutti i suoi profumi e la accoglieranno coloratissimi fiori e io mi sentirò un po’ sua zia 😀 a lei è dedicato questo dolcetto

bavarese per Sofia

DSCF9035

Cioccolato o cioccolata? Maschile o femminile? Una curiosità presto spiegata che definisce CIOCCOLATO “la pasta di cacao e i suoi derivati solidi”.
CIOCCOLATA “alimento costituito da una miscela di cacao e zucchero, con eventuale aggiunta di aromi, essenze o altre sostanze che viene venduto in polvere o sotto forma di tavolette, cioccolatini e ella versione liquida come bevanda”. (fonte internet)

occorrente per 2 commensali:
8 castagne fresche lasciate in acqua fredda per due ore
1 cucchiaino di sale
1 foglia fresca di alloro
5 semi di finocchio
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
bavarese
85gr di latte intero fresco
1 tuorlo
35gr di zucchero
85gr di cioccolato bianco, tagliato a piccoli pezzetti
3gr di gelatina in polvere
85gr di panna fresca, montata

  • metto in pentola le castagne con gli altri ingredienti, copro con 1/2 litro d’acqua fredda e faccio bollire, quaranta minuti di cottura e posso scolarle. Una volta tiepide le sbuccio completamente e lascio raffreddare. Se adoperi quelle precotte eviti questo procedimento.
  • sbatto il tuorlo con lo zucchero mentre in un tegame capiente scaldo il latte; unisco i due composti mescolando continuamente, aggiungo il cioccolato, cuocio a fiamma dolce fino a quando inizierà ad addensarsi (raggiunta la temperatura di 82/85°C) ;
  • filtro la crema nel colino a maglie fitte e raggiunti i 60°C incorporo la gelatina;
  • lascio intiepidire e inserisco la panna montata mescolando delicatamente, trasferisco nei bicchieri e poi in frigorifero per sei ore circa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...