la cucina imperfetta e le mezzelune


Continuo a dire che il tempo non mi basta mai…lo so, mi ripeto :). Questa mancanza accomuna noi che ci destreggiamo tra i vari impegni, cercando di rubacchiare un’oretta di qua e un minuto di là. Per non farmi mancare niente ho aggiunto anche il corso di fotografia che non si limita all’appuntamento del venerdì, ma richiede anche studio ed esercizio. Avrei potuto restare con le mani in mano se mi fosse avanzato un pomeriggio? La risposta vien da se, non posso lamentarmi se vado in giro con i capelli da pazza, perchè anche il tempo per andare dal rompicapelli non saprei a chi chiederlo 😀 😀 forse al Tuttopensare? ……. mmm, anche lui è messo maluccio.
Per noi food blogger la cucina, il  tempo e le foto sono cibo quotidiano, ma cosa c’è dietro qella bella immagine che rende appetibile un piatto? La realtà la conosciamo bene 😉 ci sono ripiani e lavello invasi da ingredienti, stoviglie, arnesi che non poseranno per la foto della ricetta e aspettano immbili occupando ogni piccolo spazio disponibile. Non ci curiamo di loro, allestiamo il set e via con gli scatti fino a quello decisivo; alla fine il contenuto del nostro piatto sarà freddo, ma comunque l’avremo immortalato! Che soddisfazione pubblicare quell’immagine nel post, trasmetterà armonia e bellezza di forme e colori che invoglierà a volerla assaggiare.

Ora facciamo un passo indietro e guardiamo la nostra cucina, prendetevi tutto il tempo necessario per focalizzare la scena.

Ecco ci siamo, io voglio fotografare quell’aspetto che tutte nascondiamo, che ci ruberà tempo: la pulizia. A conti fatti somo maggiori i momenti che dedico alla pulizia e al riordino che alle preparazioni del cibo.
In Giappone l’arte del riordino è una vera e propria forma di cultura che avrebbe benefici anche sulla  propria esistenza; se due più due fa quattro ……. mi dichiaro una cuoca felicissima a tempo pieno 😀 😀

Oggi inauguro una nuova sezione: la cucina imperfetta. Tutto ciò che realmente succede tra fornelli e impiattamento, che mai ci sogneremo di presentare nei nostri blog, quelle brave ci metterebbero alla gogna 😀 😀 😀
Vi invito a dimostrare che le nostre cucine sono VIVE, che ci scappa il cucchiaio e il condimento sbava sul piatto schizzando tutto il ripiano, che l’acqua nella pentola è fuoriuscita allagando il piano cottura, che la cioccolata è tutta a grumi, che mentre cuciniamo dobbiamo badare ad altre faccende e condividere il poco spazio con i familiari, che noi siamo capaci e non sarà una cucina imperfetta a screditarci 😉

mezzeleune croccanti con carne e verdure

IMG_5477

occorrente:
una sfoglia di pastà brisé
200gr di carne macinata mista di manzo e maiale
4 funghi champignon, tritati
1 cipollotto fresco, affettato
1 cucchiaio abbondante  di uvetta
10 olive verdi denocciolate e affettate
1 grosso pomodoro tritato
1 cucchiaino di
cumino macinato
olio extravergine di oliva
olio vegetale per friggere

  • in una grande padella antiaderente scaldo un cucchiaino di olio extravergine, quando è ben caldo verso la carne e aumento il fuoco per farla dorare, riporto la fiamma al minimo e lascio cuocere per dieci minuti poi verso il cipollotto e proseguo la cottura  fino a farlo ammorbidire
  • unisco  pomodoro, funghi, olive, cumino e proseguo la cottura per altri 5 minuti, mescolando di tanto in tanto; tolgo la padella dal fuoco e manteco con l’uvetta,  lasciare raffreddare intanto stendo la pasta brisé allo spessore di mezzo centimetro, ritaglio tanti cerchi  fino ad esaurire la pasta 
  • farcisco ogni cerchio con circa 1 cucchiaio di miscela di manzo posizionandolo al centro, inumidisco i bordi e chiudo a mezzaluna premendo per sigillare la sfoglia
  • scaldo l’olio fino a 170°C e friggo le mezzelune rigirando fino a farle dorare e poi le sistemo su carta da cucina per togliere l’eccesso di olio, ma se hai rispettato la temperatura dell’olio non coleranno di grasso 😉 e subito in tavola!

firma

 

  1. Io riesco a fare un tale casino in cucina senza aver cucinato nulla di buono! 😦
    Tu hai la soddisfazione di vedere comunque un risultato … e che risultato! 😀
    Come queste mezzelune … fantastiche!!!!
    Un abbraccio cara Sally ❤

    Liked by 1 persona

    • confesso che nel privato della mia cucina vige l’anarchia, ma quando indosso la divisa ……. mi trasformo in una macchina da guerra: la rgola delle P3 che non è una loggia massonica 😀 😀 😀 precisione, puntualità e pulizia. Infine, dopo anni di professione, prevale la tecnica e l’organizzazione ma il caos a volte è incontrollabile 😉
      besos
      Sally

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...