agnello per due


teatro

“Taxi a due piazze” ha inaugurato la stagione al tetro Nino Manfredi di Ostia, ma come è iniziata bene!
Da una commedia di Ray Cooney, da cui era stata tratta anche “chat a due piazze”, una versione altrettanto divertente, vede Mario Rossi (Gianluca Guidi), di statura media, dall’aspetto normale e nessun segno particolare, insomma un uomo qualunque, nella veste di un tassista sposato con Carla Rossi, marito premuroso che annota nella mini agenda tascabile acronimi che scandiscono le sue “abitudini coniugali” come: Co.Co.Ca. Coccole Con Carla o Co.Co.Ba. coccole con Barbara, anche lei Signora Rossi, così il bigamo si divide tra due mogli e due case, come dire, si sacrifica pur di non rinunciare all’amore.


Un grande stratega si direbbe, grazie anche al sostegno del suo amico/vicino di casa Walter Fattore, che gli ricorda “ho fatto di tutto” (impersonato da Gianluca Ramazzotti) quando la vita del Signor Rossi si complica, tra innumerevoli bugie, che trascina entrambi in un vortice che Mario non aveva pianificato. Quest’uomo è l’ingrediente della pièce, che spartisce la sua vita sentimentale pur rimanendo fedele a se stesso.

Anche l’agnello si presta per due preparazioni differenti, a seconda delle parti che utilizzi.
La carne ovina è ed era consumata anche da Achille che cuoceva e arrostiva alla brace agnelli e capretti, come descritto da Omero nell’Iliade.

DSCF6195

agnello al limone

DSCF6206

occorrente per due preparazioni:

mezzo agnello giovane di piccole dimensioni
1 cipolla bianca media
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
il succo di un limone
scorza di limone grattata
1 uovo fresco
sale

  • per l’agnello al limone usa la parte centrale tagliata a pezzi regolari: in tegame molto caldo fai rosolare la carne da ambo i lati, per qualche minuto fino a farla dorare, togli la carne e mettila in un piatto
  • nello stesso tegame dove ci sarà residuo di grasso della carne, fai imbiondire a fiamma bassa la cipolla tritata, quando sarà trasparente unisci anche l’aglio tritato finemente e cuoci senza che l’aglio prenda colore poi aggiungi il prezzemolo e dopo  un minuto versa la carne, il succo del limone e fai cuocere per pochi minuti, ricorda che la carne deve restare leggermente rosata nel suo interno
  • togli il tegame dal fuoco, versa l’uovo sbattuto con il sale e versalo sulla carne, mescola velocemente per formare la cremina e servi subito

agnello alla brace

usa la coscia e la spalla, parti più carnose dell’agnellino: la brace sarà pronta quanto la fiamma rossa del fuoco si attenua e i tizzoni infuocati saranno rivestiti da un velo bianco; metti la griglia e lascia riscaldare, pulisci con la spazzola di ferro, termina passando della carta paglia arrotolata, presta attenzione a non bruciarti. posiziona la griglia molto vicino alla brace per due/tre minuti in modo da sigillare i tessuti e non perdere il liquido e mantenere la giusta umidità della carne durante la cottura; allontana la griglia dalla brace e prosegui la cottura a fuoco masso, saranno necessari circa venti minuti in tutto, solo a fine cottura puoi spolverizzare con sale e pepe e servire

firma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...