baccalà con patate, piatto unico


La tradizione del baccalà è nota, questo piatto ha raggiunto le tavole di tutta italia ed è presente anche in altri paesi; alcune tra le numerose variazioni le conosciamo, altre sono ancora da proporre.

Nella tradizione veneta, le ricette del “bacalà alla vicentina” e  “bacalà mantecato”, sono realizzate con lo stoccafisso; questo può generare confusione, entrambi partono dalla lavorazione del merluzzo; la differenza è che per lo stoccafisso che viene essicato, si usa solo il merluzzo artico norvegese ed è legato alla pesca stagionale nei mesi tra febbraio e marzo/aprile nel nord della Norvegia; mentre per  il baccalà,  che attraversa un processo di salatura, si impiegano anche altri tipi di merluzzo che non dipendono dalle condizioni climatiche, perciò viene prodotto tutto l’anno.

La preparazione è semplice: il gusto deciso del baccalà, a mio avviso, può essere apprezzato da tutti se si presta particolare attenzione alla cottura.

baccalà e fiocchi di patate

DSCF5295

occorrente per due commensali:

300gr di patate
1 cucchiaino di evo

500gr di baccalà dissalato
4 pomodori datterino
30 cl di latte
50cl di acqua
2 foglie di basilico
1 rametto di timo limonato

1 noce di burro
½ scalogno tritato
1 cucchiaio di farina
2 foglie di basilico
sale e pepe nero appena macinato
prepara il forno a 180°

  • cuoci le patate immerse in acqua fredda fino a quando saranno diventate tenere; pela le patate ancora calde e schiacciale con la forchetta, aggiungi qualche cucchiaio del liquido di cottura del baccalà e un cucchiaino di olio, ottieni un purè cremoso e morbido
  • taglia il pesce a tranci, metti in un tegame con latte, acqua e le erbe aromatiche, porta lentamente ad ebollizione e cuoci per quattro minuti a fiamma bassa, togli dal fuoco e lascia raffreddare per venti minuti; scola il baccalà, elimina la pelle e le spine, tieni da parte il liquido di cottura tienilo caldo
  • cuoci a fiamma bassa in una casseruola il burro e la cipolla tritata, senza far prendere colore, dopo cinque minuti aggiungi la farina e una foglia tritata di basilico, mescola di continuo poi versa lentamente il liquido di cottura del pesce, fai bollire, aggiungi il basilico rimasto, sale  e pepe al mulinello, ottieni una salsa liscia e morbida (come la besciamella)
  • taglia a spicchi i pomodori eliminando i semi, aggiungi il pesce e la salsa, mescola delicatamente e versa in contenitori da forno, ricopri con la crema di patate, spolverizza con pepe e poco sale, cuoci in forno per 20 minuti fino a dorare la parte superiore; servi caldo.

firma

    • Ciao Silva 🙂
      il pesce è l’alimento che prediligo in assoluto, posso rinunciare a tutto il resto!
      Quando ho iniziato ad apprezzarlo e mi sono cimentata a realizzare piatti di pesce, ho combinato tanti pasticci, sbagliavo cottura seguendo indicazioni da ricette improbabili 🙂
      Anche io ho ancora tanto da imparare, spero di averne sempre voglia 🙂
      besos
      Sally

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...