la soffice torta all’arancia


C’è una ricetta, forse più di una, che da sempre vanta riconoscimenti e premi e che non si dimentica: il dolce della mamma.

Che cos’ha di speciale? La semplicità disarmante, che getta le basi per trasmettere insieme alla dolcezza anche un pezzetto della tradizione familiare. Ora non vorrei evocare ricordi malinconici né nostalgia di momenti passati, tutt’altro, questa commistione di sapori e sentimenti è un richiamo ai profumi stagionali.

Se penso al dolce da preparare, istintivamente ho in mente la torta di ricotta, quella sarda, con arancia, zafferano e acquavite. Rigorosamente realizzata nei mesi tra novembre e marzo, a detta di mia nonna quando la ricotta di pecora era più asciutta e grassa. L’odore di zafferano e abbba ardente sembrava aver impregnato le travi della cucina dove mia nonna si muoveva a fatica, non ho mai capito se fosse per la lunga gonna del costume o per qualche sorso di fil’e ferru. 

Ma oggi gli ingredienti sono differenti per replicare, a modo mio, la ricetta della sbriciolata all’arancia.

Quale miglior occasione se non per festeggiare un anniversevole? Auguri a Ricette da coinquiline 🙂

soffice all’arancia

DSC_0073

Questa ricetta non contiene lievito né latte; puoi realizzare singole porzioni  da cuocere al microonde o la classica torta cotta in forno.

DSC_0003

occorrente per 6 golosi:
3 uova fresche a temperatura aombinte
40gr di tuorlo
110gr di zucchero
75gr di succo d’arancia filtrato
15gr di olio di semi di mais
75gr di farina “0”
15gr di amido di riso o amido di mais
1 cucchiaio colmo di cremosa all’arancia di Bacco
scorza grattata finemente di un’arancia
cioccolato fondente di qualità
1 cucchiaio di panna di soia

  • nel boccale della planetaria, con la frusta monto le uova, l’albume e lo zucchero per dieci minuti, ottengo un composto soffice, che avrà quasi triplicato il suo volume e che non si smonta
  • sgancio il boccale e mentre mescolo con una spatola (dal basso verso l’alto e con movimento delicato), aggiungo lentamente il succo d’arancia con la scorza, poi la farina e l’amido a piccole dosi e quando l’impasto si è amalgamato per bene verso l’olio e la crema di Bacco, mescolo senza smontare l’impasto;
  • per la cottura al microonde:
    ho utilizzato piccoli bicchieri di vetro alti 5,5 centimetri e 8 centimeti di circonferenza;
    ho versato l’impasto riempendofino a 3/4 del bicchiere e dopo tre minuti ho trsferito nel microonde, alla massima potenza per un minuto o poco più,
    il composto crescerà superando di un centimetro il dordo del contenitore, prima di estrarlo aspetto un minuto per far depositare l’umidità, sforno e lascio intiepidire;
    per sformarlo è sufficiente passare la lama del coltello tra la parete del bicchiere e la torta;
    ho decorato con scorza grattata di arancia, zucchero a velo e cioccolato fondente fuso mescolato con poca panna;
  • per la cottura in forno a 180°C  statico per 35 minuti:
    tortiera ad anello alta 6 centimetri e 15 di circonferenza, imburrata e infarinata, ho versato tutto l’impasto
    che ho lasciato riposare per cinque minuti prima di infornare;
  • una volta sfornato il dolce aspetto che raffreddi completamente, sgancio la parte della tortiera e trasferisco sopra una griglia,  verso la scorza di arancia e il cioccolato fondente e arancia caramellata.

DSC_0081

DSC_0086

Difficile essere originali per gli auguri di un anniversevole.
Allora fai un sorriso e io ti auguro di portarlo addosso per tutto l’anno!

Tanti auguri Ilaria.

firma

 

 

 

questa riceta partecipa al #1 contest anniversario di #Ricettedacominquiline.

tumblr_lsglzka4vs1r44mg0o1_500

  1. Perdo saliva sul treno, ogni volta ti leggo.
    Dai, Sally. Questa è scorrettezza!
    Qui mi fanno pagare il supplemento perché inumidisco le teste di chi mi sta davanti.
    “Che fa? Sbava?”
    Si. Ecco. C’è la rubrica di sally…”
    “Sono due euro in più! ”
    “Ma. Io ho fatto il biglietto”
    “Si. Ma qualcuno mi dovrà pur lavare l’obliteratrice bagnata dalla sua saliva, signore!”
    Passing by – zero 7

    Liked by 1 persona

  2. MMMMhhhhhh … che profumo invitante!
    Il dolce della mamma è unico, particolare ed è caro al nostro cuore!
    Hai realizzato un dolce che è una meraviglia anche per il suo colore.
    n.b. mi piace molto l’idea della singola porzione!
    Un abbraccione Sally ❤

    Liked by 1 persona

    • Grazie Affy!!
      Questo è anche un esercizio di pasticceria che a me, imparatrice, aiuta a sperimentare, cercando di semplificarne la realizzazione a soddisfazione della gola 😉
      Anche a me la mono-porzione piace sempre
      besos asssssai
      Sally

      Mi piace

  3. Il dolce della mamma, chi se lo scorda, io sento ancora il profumo di quando lo preparava, chiudo gli occhi e la vedo, bella, dolce e allegra, baci cara, grazie per questo post stupendo, il dolce e’ delizioso, bravissima, un abbraccio cara, ❤

    Liked by 1 persona

  4. Pingback: #1 contest anniversario di #Ricettedacoinquiline – Ricette da coinquiline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...