carciofi, una star a tavola


Non sono cresciuta con i poster appesi alle pareti della mia stanza, i cantanti e gli attori che mi piacevano li ho sempre visti per quello che erano e sono, li ammiro ma non li ho mai idolatrati, non mi sono strappata i capelli per loro nè me ne sono innamorata. Almeno in questo ho i piedi ben saldi a terra  😀
Mi piace fantasticare per evadera la realtà quando si presenta sotto forma di avvenimenti difficili, da gestire e da comprendere, ma quando sogno lo faccio in Grande, mica briciole!
Atterrare con l’elicottero nella mia spiaggia preferita, essere invisibile, volare, possedere una casa in ogni parte del mondo che mi è piaciuto visitare, trasformare le persone in oggetti e gli oggetti in persone e avere una giornata di millissime ore per realizzare tutto questo 😀  poi ci sono altri sogni, più vicini alla reltà che potrebbero anche avverarsi.

In questi ultimi anni ho scoperto di apprezzare molte più cose, quella che mi viene in mente è nel campo musicale, un genere che non avrei preso in considerazione se non fosse stato per merito di una trasmissione televisiva.
Ebbene si, io e il Tuttopensare seguiamo volentieri X Factor e The Voice, facciamo pronostici sui possibili vincitori e ci godiamo lo spettacolo per quello che rappresenta: un format di intrattenimento.
Grazie a Morgan (giudice e coach di x factor) che si dilunga nei suoi giudizi, ho trovato la chiave di lettura per comprendere e definire se un’interpretazione canora mi piaccia o no.  Di questo passo ho potuto avvicinarmi ad altri stili musicali come ad esempio al rap e per questo la mia attenzione si è posata su alcuni di loro: J-Ax, Fedez,  Frankie Hi-Nrg, Marracash e altri; non dovete immaginarmi con la musica a palla, se capita li  ascolto volentieri. È certo che a soffermarsi sui loro tatuaggi i pregiudizi potrebbero avere il sopravvento, per i ricordi dell’infanzia quando a portare i segni sulla pelle erano i carcerati che durante la permanenza in prigione si facevano imprimere segni indelebili di cattiva fattura e monocromatici. Era un segno di riconoscimento e nell’immaginario comune si credeva fossero individui cattivi e senza scrupoli.
Per fortuna ho superato da molto tempo anche questo tabù è guardo alla sostanza e non alla loro apparenza! L’essenza di questi rapper è invece disarmante: sono uomini capaci di emozionarsi pubblicamente, di empatizzare con il disagio e l’emotivita dei concorrenti,  non si fanno scudo 
della loro sensibilità nè sfoggio mediatico. Sono fedeli a se stessi, ai testi dei loro brani e finalmente possiamo apprezzarli perchè non si atteggiano a star.

Questa ricetta ha per protagonista una star stagionale che personalmente apprezzo tantissimo: il carciofo.
Spinoso, mammola, violetto, comunque sia tutte queste varietà hanno il cuore morbido.

Sarebbe sfacciato rivolgere un invito a Fedez a voler assaggiare questa ricetta a lui ispirata? 😀  così avrei due star a tavola! 😉

carciofi dal cuore morbido con burrata e Gran Mugello Ubaldino

DSCF5145

glutenfree

occorrente per due commensali ed una star:
7 carciofi
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
olio di semi di girasole per friggere
200 gr di burrata
foglie di menta fresca
fiocchi di sale all’aglio orsino Falksalt
per 1 litro di brodo speziato
1 lt di acqua fredda
1 piccolo finocchio
1 ciuffo di barba di finocchio
20 gr di semi di coriandolo
20 gr semi di finocchietto
10 gr semi di anice
2 spicchi d’aglio
1 bouquet di timo, alloro, prezzemolo
per la salsa:
50gr di carota tritata
40 gr di cipolla tritata
8 olive verdi , del tipo amare e grandi
1 pomodoro secco
10 piccoli pomodori senza semi, tagliati a piccoli pezzetti
2 capperi dissalati
2 rametti di timo fresco
per il pesto:
1 manciata di rucola
1 manciata di basilico
olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio sbianchito e senza il cuore
6 cucchiai di formaggio grattato Gran Mugello Ubaldino
sale e pepe nero al mulinello

  • avvolgo la burrata nelle foglie di menta e lascio riposare in una ciotola coperta con un piattino rovesciato
  • brodo – taglio grossolanamente il finocchio e l’aglio, li friggo in padella con un cucchiaio di olio d’oliva;
    in un’altra piccola padella, che lascio scaldare a fiamma bassa, metto a tostare tutti i semi per due minuti, poi li  unisco al soffritto, aggiungo l’acqua e il bouquet di erbe. A fiamma bassa porto lentamente a ebollizione, spengo la fiamma e lascio in infusione per 20 minuti
  • pulisco i carciofi lasciandoli interi e svuoto il cuore eliminando la barbetta, pulisco anche i gambi, faccio bollire tutti insieme nel brodo filtrato per cinque minuti e metto a scolare a testa in basso sopra una griglia; i gambi li frullo e riduco a crema; un carciofo lo affetto finemente e lo friggo in olio di semi ben caldo, scolo in carta da cucina e condisco con pochissimo sale
  • elimino le menta e passo la burrata al minipimer per ottenere una crema liscia e compatta
  • nella padella con poco olio a fiamma media cuocio i capperi tritati, poi unisco la dadolata di carota, cipolla, olive denocciolate e tritate, pomodoro risciacquato con acqua calda e i pomodori; dopo un minuto di cottura aggiungo il  timo e proseguo la cottura per altri due minuti
  • con parte di questa salsa farcisco i carciofi insieme al formaggio Gran Mugello Ubaldino e la crema di carciofo, trasferisco in un tegame con la parete alta, verso sul fondo un mestolo scarso di brodo e cuocio per cinque minuti a fiamma lenta
  • ne frattempo passo al minipimer tutti gli ingredienti del pesto
  • dispongo nel piatto i carciofi che finisco di decorare con le cips fritte, accompagno con una noce di burrata, il resto della salsa di verdure, qualche goccia di pesto per condire il tutto e termino con una buona manciata di fiocchi di sale e pepe.

firma

DSCF5142

Questa ricetta partecipa al contest della Fattoria Il Palagiaccio
“Latti da Mangiare”
banner-contest

  1. Il carciofo lo mangerei in tutte le salse e in tutte le preparazioni: anche a crudo tagliato sottilissimo in insalata. E’ adorabile! 🙂
    Tu lo hai preparato in gran pompa, ripieno e adornato di ingredienti succulenti che lo rendono protagonista indiscusso, complimenti per la presentazione e la preparazione!
    Ricetta molto intrigante, brava Sally 😉
    Un abbraccione
    Affy

    Liked by 1 persona

  2. … non sai quanto mi abbia fatto piacere quello che hai scritto. Io da sempre sono una “fan” di musica Rap, adoro J-AX che seguo da sempre e il mitico FEDEZ (sono stata al suo concerto con mia figlia proprio il mese scorso). E … sono tatuata, non ai loro livelli ma ho i miei “schizzi” sul corpo. Il fatto che questo mondo di spudorate verità e questi ” veri personaggi” siano ora compresi da molti è una cosa che fa sentire meno “diversi”.
    Tornando alla ricetta direi che è fantastica, io adoro i carciofi e questo ripieno è originale e molto gustoso! Cara Sally .. grazie! ti abbraccio

    Liked by 1 persona

    • Manuuuuuuuuuuuuuuuuu!!! sei TOGHISSIMA (dal sardo = giustissima, fighissima, esageratamente forte!!) 😀 😉
      Ho imparato da bambina a non considerare alcun tipo di diversità, mio babbo mi portava a giocare nel campo rom! Quindi mi trovi tua alleata a condividere lo stesso pensiero 🙂 Credo che a volte sia la mancanza di tempo a non concedermi la conoscenza e l’apprezzamento di tante cose, ma come uso definirmi, sono un’imparatrice, curiosa di imparare tante nuove cose 😉
      La salsa con le olive io la uso anche sui crostini, insalata e per accompagnare carni poco saporite, ne tengo sempre un vasetto in frigorifero 😉
      Un abbraccio forte e colorato 🙂 Cara Manu.
      besos
      Sally

      Mi piace

  3. Concordo con te su molte cose che hai scritto a cominciare dal fatto che anche io da piccola non avevo “idoli”, ma solo cantanti o attori preferiti. La vita è altro, è assaporare le cose per il loro giusto valore (e mi sembra che tu lo faccia) e perché no, per il loro gusto, soprattutto se si parla di carciofi. Ottimi cucinati in ogni modo, ma se i piatti sono anche belli e invitanti è meglio! Bravissima 😊
    Ps: a me sembra che tu riesca a fare molto bene le foto e la foodblogger, insieme e separatamente, perciò continua così, tanto non si finisce mai di imparare!!! 😜 Un bacio

    Liked by 1 persona

    • Fabiola tatuiamoci “la vita è bella perchè la vivo a modo mio” 😀 magari sul grembiule o sulle presine 😉 Io serco di non prendermi troppo sul serio e in questo spazio io mi diverto insieme a voi 🙂
      ho la lista di cose da imparare ….. 😀
      besos Cara Fabiola
      Sally

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...